Warning: Use of undefined constant SECURE_AUTH_COOKIE - assumed 'SECURE_AUTH_COOKIE' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.beatomonti.com/home/wp-includes/pluggable.php on line 773

Warning: Use of undefined constant LOGGED_IN_COOKIE - assumed 'LOGGED_IN_COOKIE' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.beatomonti.com/home/wp-includes/user.php on line 353
ANCHE NOI DIVENTIAMO “CRISTIFERI” – Beato Luis Maria Monti
Warning: Use of undefined constant CTF_VERSION - assumed 'CTF_VERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.beatomonti.com/home/wp-content/plugins/ai-twitter-feeds/ai-twitter-feeds.php on line 519

ANCHE NOI DIVENTIAMO “CRISTIFERI”

At 9,1-20 e Gv 6,52-59

Oggi abbiamo ascoltato due testi biblici bellissimi e cercherò di condividere con voi una breve riflessione:

Nella prima lettura troviamo la conversione di Paolo, e mi piace considerare anche la conversione di Anania.

Saulo aveva un suo preciso progetto, non era uno qualunque, aveva il compito di perseguitare i cristiani, ma Gesù si rivela a lui in modo inaspettato e da persecutore lo trasforma in Apostolo. Invece Anania era già uno cristiano che però aveva paura riguardo alla persona di Saulo e sul principio fa resistenza alla missione che il Signore gli vuole affidare. Ma il Signore lo spinge, lo cambia, lo trasforma verso il fratello in necessità chiamato Saulo in modo che da persecutore posa diventare portatore di salvezza per gli altri.

Nel vangelo Gesù ci invita a “mangiare la carne” e “bere il suo sangue”. Quando mangiamo assimiliamo, la parola assimilare – magari dopo potete chiedere a padre Domenico una migliore interpretazione – significa al riflessivo, considerarsi simile, paragonarsi… possiamo dire che con l’eucaristia inizia il nostro processo di assimilazione a Cristo, per diventare con Lui veri figli del Padre. Noi diventiamo una cosa sola con lui.

Noi come figli di Padre Monti siamo chiamati ad imitare Maria, imitare i suoi atteggiamenti il papa autore della Marialis Cultus dirà che Maria di Nazaret è la portatrice di Cristo. A tal proposito, nell’udienza generale del 21 dicembre 1966, Paolo VI affermava: «Se vogliamo entrare nello spirito del Natale, nel segno del Natale, nel godimento del Natale, dobbiamo avvicinarci a Maria, la cristifera, la portatrice di Cristo nel mondo. Dalla maternità verginale di Maria possiamo introdurci alla umanità di Cristo Uomo-Dio.»

Mi piace pensare che ogni giorno, dopo la Celebrazione eucaristica, siamo chiamati ad vivere come persone eucaristiche, ad essere pane spezzato per nutrire di Cristo ogni persona che Lui ci fa incontrare.

 E’ significativa l’affermazione del Signore: “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui”. L’amore fa abitare nell’altro.  Quando amiamo una persona diciamo: mi stai a cuore. La portiamo in noi nel nostro pensiero nel nostro affetto lungo la giornata.

 Paolo dice: “non sono più io ma è Cristo che vive in me”.  Paolo, che da Saulo è stato trasformato in Paolo, conosce bene questo processo graduale di assimilazione a Cristo.  Così può dire con convinzione: “Per me vivere è Cristo”. Chiediamo al Signore di entrare nel mistero della sua carne e del suo sangue perché sia Lui che viva in noi.

Sia lodato Gesù e Maria.

(S. CIRILLO DI GERUSALEMME è stato il primo a parlare di Maria cristifera in  Catech. mystag. 4, 3; PG 33, 1100)

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *